MELITO – Inaugurando su Melitonline una rubrica dal titolo “l’angolo del cittadino”, vogliamo dare risalto ad una riflessione apparsa da qualche ora in uno dei gruppi facebook più frequentati dai melitesi. Il signor Jacopo ha sottoposto agli utenti del gruppo virtuale un quesito che riportiamo di seguito:

“Eppure mi chiedo una cosa: non abbiamo un Inps che dobbiamo andare al Vomero, non abbiamo un centro per l’impiego che andiamo a Giugliano, non abbiamo una piscina che dobbiamo andare a Mugnano ,non abbiamo un parco verde che dobbiamo andare a Sant’Antimo.
Ma allora non c’è, niente? 
Di fronte la 219 c’è uno stabile buttato senza ritegno, forse per drogati, non so lo so potrebbe fare un inps e un centro per l’impiego, la villa comunale potrebbe essere rivoluzionata,si potrebbe creare una piscina sempre in qualche spazio e non solo la metro si potrebbe finire con le avvenute navette.
Ma dove sono finite queste cose? Non se ne parla.
Non so se si può andar avanti donando il fumo ma qui non funziona niente da anni e dovrebbe esserci una svolta”.

Pur facendo dei dovuti “distinguo” su alcune criticità che non appartengono alle competenze del Comune, c’è da accogliere la riflessione di un cittadino che denuncia l’obbligo di spostarsi per raggiungere i principali servizi. Un’amministrazione insediata da pochi mesi come quella di Antonio Amente di certo non può risolvere in quattro e quatto otto tutte le inefficienze accumulate negli anni, ma forse è arrivato il momento di comunicare alla cittadinanza quali siano le idee per le opere incompiute e per portare alcuni servizi a Melito.

Vi invitiamo a inviarci le vostre “lettere del cittadino” a [email protected] oppure inviando un messaggio nella posta della nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/MelitonlineGiornale/ 

Commenti

commenti