La pandemia continua a dilagare…

La Cisl Fp Campania e Napoli, nel totale caos per mancanza di dispositivi di protezione per il personale nelle ambulanze, grida aiuto assieme ai rispettivi segretari Lorenzo Medici e Luigi D’Emilio che affermano:”Ieri notte e stamattina  le ambulanze del 118 si sono fermate a causa della mancanza di dispositivi di protezione individuale. 

A Napoli centro, su 13 soltanto 3 sono riuscite ad uscire e fare interventi sul territorio; in queste ultime ore, mentre i centralini delle sale operative continuano a squillare incessantemente;le ambulanze restano impossibilitate ad effettuare i soccorsi per i casi di Covid-19 e per tutta la rete di emergenza ordinaria (infarti, ictus e tutte le altre patologie). 

Oltre al virus bisogna far fronte a tutte le altre patologie. 

Ma allo stato, solo 3 ambulanze possono effettuare interventi. 

Le altre 10 sono rimaste ferme a causa della mancanza dei dispositivi di sicurezza del personale; occorre rifornire gli operatori del 118 soprattutto di tute di contenimento, la cui assenza ha determinato il blocco. Mancano anche visori, guanti e mascherine adatte al loro lavoro”.

Termina così la dichiarazione lasciata dai due sindacalisti.

Auspichiamo che la situazione si possa risolvere nel minor tempo possibile.

 

Nazarena Cortese

Commenti

commenti