“Non mi sento di giudicare il sindaco” … “Mi dissocio completamente dai miei colleghi dell’opposizione”

In qualità di consigliere comunale mi sento in dovere,anche per rispetto nei confronti dei miei elettori,di esporre le mie personali considerazioni sulle ultime vicende politiche accadute a Melito. Partiamo dalla diretta Facebook del sindaco Antonio Amente: mi sarei aspettata un linguaggio più consono al suo ruolo nonché toni molto più miti, visto anche il difficile momento che la nostra comunità sta vivendo.

Tuttavia mi dissocio completamente dalle iniziative mediatiche dei miei colleghi dell’opposizione che, a mio avviso, hanno solo tentato di strumentalizzare l’accaduto per portare acqua al loro mulino. Senza comprendere che i cittadini chiedono fatti non parole sterili.

Umanamente non mi sento di giudicare il sindaco in quanto offeso e colpito da notizie che, oltre ad essere false, potevano procurare un allarmismo di cui certamente già siamo pieni. Fare insinuazioni sul suo stato di salute, di qualche suo stretto familiare e di alcuni collaboratori è stato, a mio avviso un vergognoso atto di sciacallaggio e di terrorismo psicologico. Anche perché sono stati tirati in ballo luoghi pubblici che sarebbero potuti diventare veicoli di contagio. Mi auguro che tutti i rappresentanti delle istituzioni siano equilibrati nelle parole e negli atteggiamenti soprattutto sui social che, in questo drammatico momento, devono essere utilizzati con saggezza e serenità.

Commenti

commenti