"/>

Ivan O’ Nir Apredda, il rapper melitese si racconta

Melito è la città nativa di molti artisti cantanti attori musicisti e scrittori tra questi Ivan: un giovane rapper di 28 anni appassionato fin da piccolo di musica.

Come è nata la tua passione per la musica?
La musica per me non è una passione ma uno stile di vita, che ho da quando sono bambino, grazie ai miei genitori e a mio nonno materno che hanno fatto si che crescessi al ritmo di cantanti di fama mondiale come i Queen, i Pink Floyd, Bob Marley, Mozart, Lucio Dalla.

Come mai questa denominazione O’ Nir?
Il mio nome d’arte è dato dal mio look molto dark sia nel vestiario sia dalla mia carnagione scura.

Hai mai partecipato a concorsi musicali?
Sì. Ho partecipato a “Libere voci festival!” e al “Premio della critica!” tenutisi a Melito e a Giugliano. Durante le gare ho cantato la canzone “Nun’ fa’ passà cchiù tiemp” scritta in collaborazione con un mio collega nonché amico rapper di Marianella: O’ Prior.

Hai qualche altra passione oltre alla musica?
Ho diverse passioni oltre alla musica, dipingo, scrivo e mi piace girare il mondo per trarre ispirazione per le mie canzoni e queste passioni le manifesto sia con la musica ma anche attraverso i tatuaggi.

Progetti futuri?
Sto scrivendo un nuovo album con 18 canzoni che sto ancora registrando. Spero in futuro di concorrere ad Xfactor, nel frattempo mi esibisco in diversi locali infatti il 19 gennaio mi esibirò al “Music Melody Bar” di Napoli.

Un consiglio per i più giovani?
Non smettere mai di rincorrere i vostri sogni perché nonostante il duro lavoro i risultati non mancheranno, la vita è troppo breve per sprecarla.

Teresa Barbato

Commenti

commenti