Il virus ha bisogno delle nostre gambe, delle nostre mani e della nostra disattenzione

A distanza di molti mesi dal primo caso di Covid-19, sembra che il vaccino sia ancora lontano dall’essere scoperto ma, nonostante ciò, tutti si stanno muovendo affinché la curva dei contagi smetta di salire e il virus possa essere del tutto sconfitto.

Proprio per questo motivo, l’ASL Napoli 2 Nord ha deciso di lanciare la campagna “Io non lo passo”, con lo scopo di responsabilizzare i più piccoli ma anche gli adulti.

“Il virus Covid-19 – come scritto nella nota dell’Asl – si ha bisogno delle nostre gambe per camminare, delle nostre mani per passare dagli uni agli altri, della nostra disattenzione per passare – attraverso il naso, la bocca o gli occhi – da un organismo all’altro.

Le evidenze scientifiche hanno evidenziato che il COVID19 causa i danni più gravi agli anziani e a coloro che soffrono già di altre malattie. Ai ragazzi viene richiesto di essere responsabili per poter limitare la circolazione del virus.

Oggi non esiste un vaccino contro il COVID19, l’unica arma che possiamo attuare è limitare le occasioni di trasmissione del virus. Per farlo osserva queste semplici regole:   

 

  1. Usa la mascherina. All’aperto parla a distanza di almeno un metro. Al chiuso, in ambienti pubblici, usa sempre la mascherina
  2. Non bere dalla stessa bottiglia o bicchiere
  3. Non scambiarsi sigarette (evita anche di toccarle con le mani quando le passi)
  4. Saluta gli amici con il gomito (evita baci, abbracci e strette di mano)
  5. Non usare il telefono di amici o conoscenti (se devi farlo usa il viva voce)
  6. Quando tocchi oggetti o superfici al di fuori di casa lava subito le mani o usa i liquidi sanificatori
  7. Se starnutisci o tossisci usa l’interno del gomito per coprire la bocca e il naso
  8. Usa sempre fazzoletti di carta monouso e buttali immediatamente nei cestini
  9. Nei mezzi e nei luoghi pubblici distanziati il più possibile dagli sconosciuti
  10. Attieniti a consigli e disposizioni dei tuoi insegnanti”

 

Io non lo passo. Dieci facili regole da seguire

 

Commenti

commenti