“Purtroppo il Comune non poteva candidare più di quattro progetti”

 Sono stati resi noti i progetti di finanziamento relativi ai lavori di adeguamento funzionale e messa in sicurezza dell’impiantistica scolastica di palestre e aree sportive di gioco, presentati dal Comune di Napoli e ammessi allo speciale bando ministeriale. Tra i primi cento interventi della graduatoria regionale vi sono le domande presentate da Palazzo San Giacomo per gli istituti comprensivi Minucci, Russo-Solimena, Cuoco-Schipa e Aliotta-Giovanni XXIII.
Gli interventi saranno finanziati con i fondi scolastici Pon, al fine di incentivare il tempo pieno, contrastando l’abbandono scolastico nelle regioni del meridione. Soddisfazione per il risultato raggiunto è stato espresso dall’assessore all’Istruzione del Comune di Napoli Annamaria Palmieri, che ha ringraziato per l’impegno i funzionari dell’ufficio tecnico:  “Purtroppo il Comune – dice Palmieri – non poteva candidare più di quattro progetti;  il risultato raggiunto va apprezzato perché le opere figurano tutte nella speciale graduatoria ammessa al contributo.”
 
In Campania i fondi a disposizione coprono 111 su 293 interventi. Tra i progetti finanziati a Napoli c’è quello assegnato  all’Ottava Municipalità Scampia-Chiaiano-Piscinola-Marianella, riguardante il Comprensivo Aliotta-Giovanni XXIII del quartiere di Chiaiano: “Apprendo con immenso piacere – commenta Amleto De Vito, consigliere dell’VIII Municipalità del Comune di Napoli – dell’ottimo piazzamento delle candidature scolastiche presentate da Palazzo San Giacomo, per il recupero strutturale di palestre e mense. In particolare la riqualificazione dell’area esterna dell’Istituto comprensivo Aliotta-Giovanni XXIII potrebbe rappresentare il rilancio delle attività sportive all’aperto,  interessando anche la messa in sicurezza del muro di contenimento di via delle Cave.”

Commenti

commenti