Incendio asse mediano, l’automobilista:”Con questa dichiarazione voglio rassicurare, nonché smentire tutte le voci e le polemiche, molte delle quali false, che circolano in questi giorni”

Erano le 20.30 circa di domenica 9 maggio quando una Fiat Bravo rossa, all’altezza della sede GLS di Frattamaggiore, è stata avvolta dalle fiamme. L’automobilista, dopo aver notato ciò che stava accadendo, ha allertato subito le forze dell’ordine e i pompieri per evitare ulteriori danni.

Incendio asse mediano

Incendio asse mediano

La Redazione di Melitonline ha voluto parlargli per sapere come sono andati realmente i fatti:“Ero sull’asse mediano quando alcuni automobilisti mi hanno intimato a fermarmi perché sotto la mia auto c’erano le fiamme. Inizialmente non ho dato peso alla cosa perché non mi aspettavo un incendio ma, dopo aver sentito uno scoppio, mi sono fermato, nonostante l’assenza di aree di sosta, per la mia incolumità e quella dei passanti. Vedendo le fiamme ho subito allertato i vigili del fuoco, dopodiché sono risalito a bordo per recuperare almeno i documenti dell’auto. Poco dopo della mia macchina era rimasto solo lo scheletro.

Sono molto dispiaciuto per ciò che mi è accaduto ma mi reputo fortunato perché a bordo con me non c’era nessuno che si sarebbe potuto far male, come la mia ragazza o la mia nipotina.

Sono, però, anche molto arrabbiato in primis con l’assicurazione, di cui non farò nome, per il mancato soccorso, nonostante le mille telefonate. Non è mai arrivato il carrattrezzi che mi spettava con l’assicurazione, la scatola nera non ha dato alcun segnale e se non avessi avuto il sangue freddo di gestire la situazione, sarei morto carbonizzato.

Sono molto amareggiato anche per le notizie che sono circolate negli ultimi giorni: non sono assolutamente un pericolo stradale, non ho ferito nessuno e, soprattutto, è stato tutto un incidente che non ho affatto causato io poiché sono sempre molto attento alla mia auto.

Nonostante ciò, mi reputo molto fortunato perché credo di essere stato miracolato perché quando la mia auto stava per essere avvolta dalle fiamme io stavo recuperando i documenti, che erano, nonostante la situazione, di vitale importanza. Con questa dichiarazione voglio rassicurare, nonché smentire tutte le voci e le polemiche, molte delle quali false, che circolano in questi giorni”.

Commenti

commenti