Napoli che torna al successo in campionato e manda il Chievo in serie B, vittoria che in campionato mancava dalla vittoria contro la Roma. Vittoria dei partenopei, che rimandano anche la festa scudetto per la Juventus. Ancelotti spera che questa vittoria possa dare morale e autostima soprattutto per giovedì, con la speranza che il Napoli possa ribaltare il risultato dell’andata all’Emirates. Napoli che schierandosi con tutti e tre gli attaccanti fin dall’inizio ieri hanno dominato la partita dall’inizio alla fine, è sembrato poco più di un allenamento ieri al Bentegodi. Chievo ormai arreso già alla retrocessione, ha subito inerme il possesso palla e le sortite offensive degli azzurri, azzurri che passano in vantaggio con Koulibaly al 15°. Il difensore senegalese sugli sviluppi di un calcio d’angolo battuto da Mertens,  anticipa di testa i difensori del Chievo sul primo palo e batte Sorrentino che viene sorpreso. Dopo il vantaggio del Napoli, il Chievo orgogliosamente si butta in avanti ma non impensierisce la difesa azzurra. Il Napoli spreca altre azioni e il primo tempo termina 0-1. Nel secondo tempo il Napoli continua a gestire i ritmi di gioco e il possesso palla, e raddoppia al 64° con Milik, che con un’ azione personale la mette a giro di sinistro dal limite dell’area e batte un Sorrentino un po’ da rivedere. Dopo il 2-0 Il Napoli continua a gestire il possesso palla e trova il terzo gol ancora con Koulibaly, che all’81° risolve una mischia in area con un tiro che beffa nuovamente Sorrentino, che non vede partire il pallone per i troppi giocatori davanti. Prima doppietta in carriera per il difensore senegalese. Napoli che però non perde il vizio di subire gol e in pieno recupero, al 90° si distrae e subisce per l’ennesima volta gol su calcio d’angolo con Cesar. Napoli che quindi vince ma non convincendo, la squadra di Ancelotti ieri ha passeggiato, si è trovato di fronte un Chievo senza motivazioni e ha dominato soprattutto perché ha giocato da solo. Il mister però avrà sicuramente valutato grazie alla partita di ieri, se qualcuno è in condizione o no per giocare titolare giovedì. Napoli che è chiamato alla mission impossible, contro l’Arsenal giovedì ma con il supporto dei tifosi e con un Milik  titolare, perché Ancelotti ieri ha capito che non può in nessun modo fare a meno del polacco, si può fare.

Tabellino: 1-3

15° Koulibaly, 64° Milik, 81°Koulibaly, 90° Cesar.

Formazione del Chievo (4-3-1-2): Sorrentino, Depaoli, Andreolli, Cesar, Barba, Hatemaj, Dioussè, Giaccherini, Vignato (dal 67° Leris), Stepinski ( dall’ 80° Kiyine), Meggiorini (dal 74° Grubac). All. Di Carlo.

Formazione del Napoli (4-4-2): Ospina, Hysaj, Chiriches, Koulibaly, Ghoulam, Callejon (dall’81° Verdi), Zielinski, Fabian Ruiz (dal 73° Younes), Insigne (dal 67° Allan), Milik, Mertens. All. Ancelotti.

Arbitro: La Penna

Antonio Ferrigno

Commenti

commenti