“Da più Presbiteri mi pervengono legittimi interrogativi in ordine all’amministrazione dei Sacramenti con particolare riferimento al Battesimo, alla Prima Comunione, alla Cresima, ai Matrimoni, nonché alla benedizione dei defunti, in questo tempo di pandemia da “coronavirus”.
A tale proposito, faccio presente che questo tema è stato oggetto di riflessione nel corso dell’ultimo Consiglio Permanente della Cei, al quale ho partecipato in videoconferenza come gli altri Vescovi componenti.
Dopo attento e approfondito confronto, onde evitare singole scelte e comportamenti diversi si è convenuto di assumere opportuna decisione in merito, dopo che la Presidenza della Cei si sarà necessariamente confrontata con il Governo italiano sulle regole da decretare e da introdurre a partire dal 4 maggio prossimo.
Sarà mia cura, pertanto, rendere tutti partecipi delle nuove disposizioni, alla luce degli Orientamenti della Conferenza Episcopale Italia.
Di conseguenza, invito Presbiteri e Diaconi Permanenti a pazientare, in continuità con la pazienza già testimoniata in questo difficile tempo di preoccupante contagio”.

Commenti

commenti