Arrestata a Giugliano perché colta in flagrante mentre bruciava rifiuti speciali

Senza sosta i controlli da parte della tenenza di Giugliano per i controlli nella cosiddetta Terra dei fuochi e nei vari campi rom della zona tenuti sotto osservazione proprio dai militari.

I carabinieri di Qualiano avrebbero fatto un intervento speciale traendo in arresto una donna di etnia rom, di nazionalità serba, mentre pare fosse intenta ad incendiare carcasse di materiali ammassati ed abbandonati nei pressi del campo rom “Costagliola” a  Giugliano.

In realtà sembrerebbe che gli uomini dell’arma siano stati attratti proprio da una coltre nube nera proveniente dalla zona del campo rom visibile da chilometri di distanza, ragion per cui si sarebbero precipitati sul posto per intervenire.

Una volta sul posto avrebbero sorpreso la donna alle prese con il fuoco e un cumulo di rifiuti che alimentava bruciando dei blocchi di schiuma espansa altamente tossica.

I militari, una volta chiesto l’intervento immediato dei vigili del fuoco, avrebbero tratto in arresto la donna che si troverebbe ancora in attesa di giudizio.

Foto dal web

Marianna Di Donna

Commenti

commenti