Indagata un’azienda che si occupa di smaltimento rifiuti solidi urbani tra i comuni di Bacoli e Giugliano

L’azienda Flegrea Lavoro spa risulta indagata in un’inchiesta relativa allo smaltimento dei rifiuti solidi urbani in particolare dell’area litorale flegrea per intercettazioni circa lo scambio di mazzette per le operazioni di smaltimento.

È quanto emerge da un’ordinanza emessa dal gip di Napoli, su richiesta della Procura, nei confronti di sei persone tra le quali due operai della stessa ditta.

L’operazione è stata coadiuvata dalla tenenza della Guardia di Finanza di Giugliano.

Pare che alcuni dipendenti dell’azienda ricevessero «mazzette» da alcuni commercianti per ritirare i loro rifiuti e addirittura molto spesso venivano utilizzati i mezzi della società per questo scopo personale.

Tra i commercianti interessati risultano diversi proprietari di strutture ricettive, come ristoranti e alberghi, ma anche qualche stabilimento balneare, mentre risulta indagato anche qualche operaio dell’impianto di tritovagliatura dove le operazioni di smaltimento subivano un’accelerata.

I reati coinvolgono diverse figure tra cui anche degli operatori abusivi che si occupavano a loro volta di cercare siti dove scaricare.

Coinvolta anche la ditta in quanto dalle indagini è emersa una frode per la manutenzione dei mezzi utilizzati per il trasporto rifiuti sui quali risultavano costi per riparazioni ordinare e straordinarie in realtà mai effettuate.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti