In piazza Ciro Esposito l’istallazione artistica che richiama il video della canzone in gara a Sanremo 2024

Il brano di Sanremo che si può ascoltare da oggi su tutte le piattaforme digitali e un’istallazione artistica nel quartiere di Scampia, a Napoli: si manifesta così il day after dell’esordio a Sanremo di Geolier con il brano “I P’ Me, Tu P’ Te”. Il brano è su tutte le piattaforme digitali musicali e audiovisive e come segnalano dalla casa di produzione, è l’unico brano partenopeo in lingua napoletana al festival di Sanremo 2024 dopo i precedenti sanremesi di Nino D’Angelo nel 1999 con “Senza giacca e cravatta” e Rocco Hunt nel 2014 con “E’ nu juorno buono”.
   
A questo brano, si associa il videoclip prodotto sempre da Warner Music e realizzato da Golden Boys e Ag-movie prod di Gaetano Palumbo e Vincenzo Fasciato.

Il videoclip e il tributo nella piazza Ciro Esposito

I protagonisti di questa storia d’amore in musica sono Maria Esposito e Artem – giovani star di “Mare Fuori” – coinvolti stavolta in un’interpretazione forte e allo stesso tempo comune: una storia d’amore al suo tramonto che non vuole finire. Il videoclip è stato realizzato dal regista Davide Vicari e immaginato fotograficamente dal direttore della fotografia Cristiano De Nicola.
 
A Napoli, spiegano dalla produzione in una nota, sono tutti con lui, a piazza Ciro Esposito a Scampia, nella periferia di Geolier, dove in suo supporto la sua casa di produzione Golden Boys e la sua produzione esecutiva AG-Movie prod in collaborazione con il Comune di Napoli e il sindaco Gaetano Manfredi, l’ottava municipalità e il suo presidente Nicola Nardella e l’ufficio cinema con il supporto di Manuela Franco e Lucia Napolitano, hanno realizzato un’installazione artistica di richiamo al videoclip musicale con un’auto incidentata al centro della piazza; la stessa usata nel videoclip.

Foto (Ansa)

Commenti

commenti