In seguito a diversi furti d’auto, il Gip di Santa Maria Capua Vetere ha emesso un’ordinanza per arrestare il gruppo ritenuto responsabile

Nella giornata del 26 novembre 2019 a Casoria, Afragola e Napoli, è stata emessa un’ordinanza di misura coercitiva dal Gip di Santa Maria Capua Vetere nei confronti di sei indagati, ritenuti responsabili di associazione a delinquere, finalizzata a furti d’autovetture e cavalli di ritorno.

Proprio in seguito ad un furto d’auto avvenuto il 21 febbraio 2018, presso la stazione ferroviaria Vairano-Caianello, sono iniziate le indagini che hanno riportato ad altri furti connessi allo stesso gruppo.

Più nel dettaglio, le investigazioni hanno permesso la ricostruzione di undici, tra tentativi e veri e propri, furti pluriaggravati di veicoli o parte di questi ultimi, avvenuti tra febbraio e settembre 2018 nelle province di Napoli, Caserta e Latina.

A finire in manette è stato Luca Iodice, detto Luchetto, ritenuto organizzatore del gruppo criminale. Ai domiciliari invece Raffaele De Rosa, Luigi Esposito, Domenico Quindici. Obbligo di dimora, infine, per Carmine Acampa e Giovanni Rullo.

Rosamaria Marrone

Commenti

commenti