“Se non vi è senso di responsabilità e di autocontrollo diventa complicato evitare un riaccendersi dell’epidemia”, ha affermato il Presidente De Luca

In seguito ad una foto postata sui social in cui si ritraevano numerosi riders ammassati all’esterno di una nota paninoteca in Via Cilea, è nata un’accesa discussione tra chi prende le difese dei commercianti e chi, al contrario, pretende che vengano rispettate le norme anti-contagio.

In seguito anche alle foto della folla a Mergellina dello scorso lunedì, il Presidente De Luca ha affermato in diretta Facebook:”Non ho voluto considerare le immagini di lunedì, ho preferito non prenderle in considerazione perchè relative ad una prima fase di effervescenza. Mi sono poi arrivate immagini di ieri da via Cilea, dove davanti ad una rosticceria sono presenti una ventina di riders, un assembramento di una trentina di persone. La cena, ha proseguito, purtroppo si svolge in un orario che è abbastanza definito e sono due ore, non credo che si possa fare molto altro. Quello che invece si ha il dovere di fare è di evitare gli assembramenti. E questo è un dovere che hanno gli esercizi commerciali, perchè non possiamo mettere le sentinelle davanti ad ogni esercizio commerciale, soprattutto davanti a quelli che sono impegnati nel cibo d’asporto. Se non vi è senso di responsabilità e di autocontrollo diventa complicato evitare un riaccendersi dell’epidemia”.

Egidio Cerrone, proprietario della paninoteca in questione ha, poi, chiesto pubblicamente scusa ai suoi clienti, affermando di aver provato a distanziare i lavoratori prima di decidere di bloccare le prenotazioni per evitare ulteriori assembramenti. Clicca qui per guardare il video.

Laura Barbato

 

Commenti

commenti