"/>

FIORENTINA VS NAPOLI, GARA SPOT PER IL CALCIO ITALIANO

27° turno del campionato di serie A, Fiorentina e Napoli hanno pareggiato 1-1 allo stadio Franchi di Firenze, a segno Alonso al 5° p.t., Higuain al 6° p.t..

FIRENZE – I due gol nei primi 6 minuti di gioco. Poi, nel primo tempo, due traverse per i viola e nel secondo tempo, due clamorose occasioni da gol per gli azzurri. Si racchiude qui la partita che si è giocata al Franchi che contrapponeva la Fiorentina terza in classifica e il Napoli secondo.

Nonostante questo si è assistito ad una magnifica partita, tra due squadre che giocano il miglior calcio del campionato. Al via del match è la Viola che parte subito in quarta, gioca alto, i giocatori sono indiavolati, ritmo molto alto e assumono il controllo della partita. Per il Napoli non sarà facile. E cosi al 5° minuto, Callejon concede un angolo, su questo Albiol si perde Alonso che di testa batte Reina vanamente proteso in tuffo. 1 – 0 palla al centro per il Napoli.

Ripresa del gioco e palla indietro a Koulibaly, lancio verso l’area viola, Alonso, al limite della sua area sbaglia il rinvio e Higuain calcia di prima e deposita il pallone in rete. 1 – 1, di nuovo palla al centro, questa volta per la Fiorentina.

Partita di nuovo in equilibrio e tutta da giocare.

I giocatori viola non ci stanno, giocano sopra ritmo, fanno un pressing asfissiante e il Napoli, per la prima volta in questo campionato, non riesce ad esprimere il suo gioco, non riesce a tenere il ritmo dei Viola e sembrano in difficoltà atleticamente, i giocatori della Fiorentina arrivano sempre prima sulla palla. Alonso a sinistra e Tello a destra fanno il buono e il cattivo tempo, gli esterni azzurri non riescono ad arginare le loro folate offensive.

Dall’asfissiante pressing a centrocampo, su un errore di Koulibaly, al 31° minuto, Mati Fernandez lancia Kalinic che centra in pieno la traversa. Una volta tanto la buona sorte è dalla parte degli azzurri. Al 38° minuto, carambola sulla trequarti del Napoli, viene lanciato Tello, finta di destro e di sinistro centra l’incrocio dei pali. Da segnalare che il viola era in fuorigioco che il giudice di linea non ravvede. Napoli di nuovo aiutato dalla buona sorte ma sarebbe stata una beffa.

Nel secondo tempo la partita è più equilibrata, gli azzurri sembrano aver preso le misure, ma è sempre la Fiorentina che ha il pallino del gioco. Gli azzurri si affidano alle ripartenze.

Si arriva così al 12° minuto, grandissimo taglio di Callejon, tiro di sinistro, para Tatarusanu, la palla arriva sul sinistro di Higuain, ancora Tatarusanu e i viola si salvano. Sarà stato lo spavento per il pericolo corso, sarà perchè iniziano a sentire la stanchezza, i giocatori della Fiorentina abbassano il baricentro e anche loro si affidano alle ripartenze ma non sono mai più pericolosi.

E’ il Napoli ad essere pericoloso. 40° minuto, cross di Mertens per Higuain che segna, ma è in fuorigioco. 46° minuto, Gabbiadini, subentrato ad Higuain, lancia Insigne sulla sinistra che calcia, para di nuovo Tatarusanu.

Passano gli altri due minuti dei tre di recupero concessi e finisce il match.

Pari giusto tra due squadre che hanno onorato il gioco del calcio. Complimenti a loro.

FIORENTINA: 12 Tatarusanu; 32 Roncaglia, 2 Rodriguez, 13 Astori, 28 Alonso; 8 Vecino, 5 Badelj (72 Ilicic, dal 44° s.t.); 14 Mati Fernandez (10 Bernardeschi, dal 24° s.t.), 20 Borja Valero, 27 Tello; 9 Kalinic.

NAPOLI: 25 Reina; 2 Hysaj, 33 Albiol, 26 Koulibaly, 31 Ghoulam; 5 Allan (19 David Lopez, dal 22° s.t.), 8 Jorginho, 17 Hamsik; 7 Callejon (14 Mertens, dal 32° s.t.), 9 Higuain (23 Gabbiadini, dal 44° s.t.), 24 Insigne.

Tonino Caiazza

Commenti

commenti