Finalmente dopo mesi e mesi di trattative, il Napoli oggi attraverso il tweet del presidente Aurelio De Laurentis ha ufficializzato l’acquisto di Victor James Osimhen , che dal Lille passa al Napoli per 47 milioni di euro più i cartellini di Karnezis e del centrale difensivo della primavera partenopea Claudio Manzi. L’acquisto del giovane nigeriano classe 98, andrà a sostituire il partente Milik che ha deciso di non rinnovare il contratto e che ha già un accordo con la Juventus, che però non ha convinto gli azzurri con le contropartite offerte. Il Napoli vorrebbe in cambio di Milik , Bernardeschi ma il giocatore non è convinto di lasciare i bianconeri e inoltre c’è il problema ingaggio e diritti di immagine.

Tornando all’acquisto di Osimhen, la cospicua cifra usata dal Napoli per il suo acquisto significa che si crede molto in questo giocatore, e se si pensa alle sue qualità, ha tutti mezzi a disposizione per diventare in futuro un vero e proprio crack. Ci sono persone che paragonano Osimhen a giocatori fortissimi del passato, chi dice che somiglia a Drogba, chi dice somiglia a Weah e c’è chi dice addirittura che  somiglia ad un giocatore che a Napoli ha fatto sognare come Cavani.

Percorrendo in breve la carriera del nuovo acquisto del Napoli, si iniziava a parlare del suo grande talento già da alcuni anni, basta ricordare che nel 2015 è diventato campione del mondo under 17 con la sua nazionale, diventando anche il capocannoniere di quella competizione con 10 gol, poi verrà acquistato dal Wolfsburg in Germania dove però avrà delle difficoltà giocando poco e non segnando gol, poi verrà ceduto l’anno successivo in Belgio allo Charleroi e in 36 presenza segnerà ben 20 gol. Quest’anno il Lille lo ha acquistato per sostituire il partente Pepè andato all’Arsenal per 80 milioni;  il giocatore subito si presenta dimostrando grande personalità senza farsi impaurire dalla responsabilità di andare a sostituire un  giocatore importantissimo per la squadra francese.

Osimhen già dalla prima giornata in Ligue 1 dimostra subito il suo valore segnando una doppietta, nella terza giornata segna ancora una doppietta, e con il passare delle giornate di campionato diventa uno dei giocatori più temuti dalle difese, avrà un impatto importante anche nelle coppe, segando 2 gol anche in Champions nonostante la sua squadra non riesca a superare il girone. Alla fine di questa stagione appena conclusa anche e soprattutto per l’emergenza Covid, il campionato francese per decisione del governo si è fermato rispetto agli altri massimi campionati europei prima di giocare l’interno numero di partite che prevede la Ligue 1 e nella classifica cannonieri, Osimhen si è classificato al terzo posto con 13 gol, che sommati agli altri gol in stagione sono 18 in 38 presenze , non pochi per uno di 21 anni alla prima esperienza in un campionato difficile.

Il Lille però per problemi di bilancio decide di venderlo e lo cede al Napoli come abbiamo detto, tutti quanti noi tifosi del Napoli speriamo che questo ragazzo che ha avuto un’ infanzia difficile dove a Lagos in Nigeria vendeva giornali e buste dell’acqua, possa diventare un grande giocatore e che possa ripercorrere la carriera proprio come uno a cui è stato paragonato, ossia il matador Cavani che ha segnato a raffica in maglia azzurra diventando uno dei migliori centravanti al mondo, comunque aldilà di tutto , benvenuto a Napoli Victor!

Antonio Ferrigno

Commenti

commenti