Parla il Capo di Gabinetto Matteo Piantedosi ai prefetti

Il Capo di Gabinetto, Matteo Piantedosi, in una circolare inviati ai prefetti delle regioni, spiega come avverranno gli spostamenti dal 3 Giugno in poi.

Ecco il documento per intero:”Fino al 2 giugno 2020 restano vietati gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova, così come quelli da e per l’estero, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza o per motivi di salute; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza (art. 1, commi 2 e 4, D.L. n. 33/2020). Si evidenzia che, a decorrere dal 3 giugno 2020, gli spostamenti tra regioni diverse potranno essere limitati solo con provvedimenti statali (dd.P.C.M.) adottati ai sensi dell’art. 2 del decreto-legge n. 19/2020, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree (art. 1, comma 3, D.L. n. 33/2020).

Anche gli spostamenti da e per l’estero potranno essere limitati solo con provvedimenti statali anche in relazione a specifici Stati e territori, sempre secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico, e nel rispetto dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione europea e degli obblighi internazionali (art.1, comma 4, D.L. n. 33/2020)“.

Nei giorni scorsi, il Governatore della Campania Vincenzo De Luca, riguardo il via libera tra regioni, aveva dichiarato di non volersi sbilanciare più di tanto e verificare con dati alla mano, lo stato di contagio nei giorni precedenti al 3 giugno.
Ad ogni modo, la nota del Viminale, ha decretato che le regioni non potranno limitare ingressi e uscite con propria decisione.
 
 
Nazarena Cortese

Commenti

commenti