Da giovedì 21 maggio per consentire alle attività di organizzarsi

Nonostante le linee guida governative siano diverse, i ristoranti ed i bar in Campania riapriranno giovedì 21 maggio.

Il Presidente della Regione Vincenzo De Luca, per dare più tempo ai ristoratori di organizzarsi per mettere in atto le regole dei protocolli, ha deciso così.

De Luca, inoltre, ha sostenuto che la distanza tra i clienti non debba essere di 2 metri, ma di 1 metro, altrimenti molte attività commerciali avrebbero serie difficoltà ad aprire.

Ad ogni modo, la distanza tra tavoli e tra le persone dovrà  essere di 1 metro e tale distanziamento dovrà essere “comunicato” attraverso segnaletiche presenti nel locale o all’esterno di esso.

Nel momento in cui non fosse possibile far rispettare la distanza, sarà necessario interporre delle barriere in plexiglass.

Vietato consumare il cibo in piedi: sì alle tovaglie monouso, invece.

Si consiglia di allestire zone all’esterno delle attività di ristorazione ed è sconsigliabile servire cibo a buffet o con piatti condivisi.

Vanno differenziati i varchi di ingresso e di uscita e vanno messi a disposizione dei dispenser con gel igienizzante all’ingresso.

Indispensabile rilevare la temperatura corporea dei clienti e non consentire l’ingresso a chi ha più di 37,5°.

Obbligatori per i clienti, guanti e mascherine.

Infine, bar e i ristoranti dovranno essere sanificati in maniera continuativa ed il personale dovrà sempre indossare mascherina e guanti.

 

Nazarena Cortese

Commenti

commenti