Dramma al Cardarelli, nessun iscritto al concorso per la ricerca di 6 dirigenti medici

Un concorso, da tempo aspettato e da anni molto ambito in ambito medico,  per il prestigio che può comportare e invece, in queste ore, starebbe ponendo un ulteriore tassello al dramma che sta coinvolgendo l’ospedale Cardarelli, da sempre fiore all’occhiello della sanità non solo campana ma di tutto il sud Italia.

Il concorso per sei  posti da dirigente medico nella Medicina e chirurgia d’accettazione e d’urgenza indetto dal Cardarelli di Napoli, il più grande ospedale del meridione, sarebbe andato a vuoto.

L’ospedale negli ultimi mesi ma, ancor più nelle ultime settimane, è balzato nelle cronache di tutti i quotidiani e telegiornali proprio per il caso del sovraffollamento pronto soccorso.

Per questo motivo, inoltre, erano arrivate le dimissioni di ben 25 medici che si rifiutavano di lavorare in uno stato di caos generale dettato dalla massiccia affluenza e dal numero di barelle messe così a caso senza osservare il benché minimo rispetto per gli ammalati stessi.

Il concorso prevedeva l’assunzione di un incaricato a cui sarebbe stato fatto un contratto a tempo determinato, inizialmente sei mesi. Purtroppo, però, sembrerebbe che sia pervenuta una sola domanda di iscrizione che sarebbe risultata pure nulla per mancanza dei requisiti di partecipazione al bando.

Un vero e proprio flop, dunque, specchio probabilmente del malessere diffuso nella struttura sia dalla parte di quanti ci lavorano sia dalla parte di chi sceglie questa struttura per farsi curare.

L’ASL Napoli 1 commenta questo risultato come l’evidenza tangibile di una vera e propria crisi del settore medico nella nostra regione.

Le ultime assunzioni nel settore risalgono al 2018, anno nel quale furono assunte solo 6 persone su 59. Da allora le assunzioni sarebbero salite a 14 unità.

Foto dal web

Marianna Di Donna

 

Commenti

commenti