Il Maresciallo Giuseppe Membrino stava da tempo contrastando gli affari illeciti del clan Puca, i cui uomini erano pronti a tutto pur di intimidirlo.

Dossieraggio, presunto tradimento ai danni della futura moglie e addirittura un ordigno esplosivo sotto la sua automobile ai danni del maresciallo, la cui unica colpa era quella di essere troppo onesto.

Commenti

commenti