In coma da due anni per un’emorragia cerebrale, Rosa Barbato non ce l’ha fatta

La ragazza ventisettenne di Secondigliano è morta  dopo due lunghi anni di coma.

La giovane donna  ha lottato contro la sua emorragia dal 2019 quando si trasferì a Reggio Emilia per raggiungere il suo fidanzato e quella stessa sera accusò un malore fino a svenire.

Portata prima all’ospedale Franchini di Montecchio Emilia e dopo all’ospedale Maggiore di Parma le diagnosticarono un’emorragia celebrale causata da una malformazione genetica.

Dopo due anni la ragazza ha smesso di lottare ed è deceduta e tutti gli interventi chirurgici che ha subito non sono serviti a salvarle la vita.

Commenti

commenti