Il gap generazionale raccontato dagli occhi e dall’esperienza di un uomo che ha tanto da dire.

Sono partite le riprese del mediometraggio a cui sta lavorando Francesco Maglioccola. Il lavoro, strutturato in due parti, racconta della palese differenza di valori sociali e familiari che dagli anni ’60 ad oggi appaiono mutati e, in più contesti, addirittura perduti. L’amore per il lavoro, la dedizione per la famiglia, l’attenzione per i dettagli, la magia dei momenti, il sogno si contrappongono alla generazione del tutto e subito, cresciuta senza molti interrogativi e con scarsa attitudine all’attesa e allo stupore. Non ci si sorprende più di nulla, e più nulla ci si aspetta. Alla base del lavoro ci sono i dettagli, quelli che fino a qualche generazione fa facevano la differenza e che oggi si perdono nel calderone delle emozioni a breve termine. I dettagli vs l’attimo, questo è ciò che Francesco sta provando a raccontare con l’intento di far riflettere le nuove generazioni, almeno quel minimo per non bruciarsi. Il mediometraggio dal titolo “Remini…Scenze” è interamente realizzato con i mezzi a disposizione del regista, consistenti in uno smartphone e tante cose da raccontare.

Di seguito il trailer con poche immagini che mostrano che in realtà un telefonino e un lavoro di fantasia e ingegno possono produrre qualcosa di ben fatto e sentito.

Francesco sta cercando altri attori, non necessariamente professionisti, per le restanti scene, che sono veramente tante e lavorate.

Marialberta Lamberti

Commenti

commenti