Riscontrate situazioni illegali e irregolari: uffici chiamati a segnalare e risolvere pratiche dubbie

Aria pesante negli uffici del Comune di Melito. Disorganizzazione, scarsa collaborazione, turnazione delle malattie e documenti mai consegnati ai commissari nonostante le sollecitazioni. Il Commissario Prefettizio Francesco Antonio Cappetta ha lamentato nelle ultime ore una mancanza di collaborazione da parte dei capi settore per segnalazioni di situazioni da ritenersi irregolari o addirittura illegali. E’ quanto contenuto nella prima delibera commissariale emanata dal momento dell’insediamento – lo scorso 22 aprile –  dall’organo di amministrazione dell’ente di via Salvatore Di Giacomo. 

Tra le situazioni che richiederebbero maggiore attenzione e un intervento immediato, secondo quanto si apprende, ci sarebbe la sistematica mancanza di accertamento fiscale per i congedi per malattia che proprio nelle ultime settimane si sarebbero moltiplicati lasciando, talvolta, gli uffici in affanno. Nella lente d’ingrandimento del Prefetto Cappetta sarebbero finite, inoltre, sessantatrè PEC attivate e definite “un numero abnorme e inusuale” rispetto al personale in servizio, “problematiche – si legge nella delibera – conosciute casualmente e mai su segnalazione degli Uffici”.

Particolare attenzione, infine, sull’Ufficio Urbanistica sollecitato più volte – verbalmente – a relazionare in merito a condoni, abusivismo e Superbonus 110% senza un effettivo riscontro.

Commenti

commenti