Giovedì il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, ha deciso, durante una seduta straordinaria del Consiglio Regionale, incentrato sul caso Whirpool, di proporre degli investimenti attraverso dei “Piani industriali” e lo stanziamento di venti milioni di euro.

Il governatore ha dichiarato:

“Abbiamo deciso di attivare un piano finanziario completamente nuovo rispetto agli altri enti regionali italiani, mostrando una piena solidarietà nei confronti dei lavoratori e delle organizzazioni sindacali, della Whirpool per la battaglia straordinaria che stanno conducendo.”

Il caso Whirpool, è un problema di cui si parla già da un anno a causa di alcuni problemi con lo stabilimento di Carinaro che comprendeva ex Indesit con Whirpool. La proposta è quella di creare degli incentivi economici volti a migliorare la produzione economica territoriale.

Il Presidente ha aggiunto che: “Negli ultimi mesi non è stato possibile impostare nessun investimento essendo il primo obiettivo quello di voler vendere ad un’azienda Svizzera, ma non possiamo permetterci di cedere questa società ad una con capitalizzazione bassissima.

È necessaria una Conferenza di Servizi per approvare un piano industriale alternativo, coinvolgendo Invitalia, Confindustria e i sindacati, a salvaguardia dei livelli occupazionali; venti milioni di euro per realizzare un Accordo di programma basato sul piano industriale serio, per coprire gli oneri sociali, per il credito di imposta e per incentivi all’investimento previsti nelle aree Zes; inoltre, un programma di formazione per la parte più giovane dei lavoratori Whirpool e di innovazione tecnologica per abbattere i costi di produzione. Un ventaglio di incentivi e di sostegno concreto per rendere plausibile un nuovo piano industriale di Whirpool.”

 

 

Commenti

commenti