Mattinata di prevenzione per 300 bambini monitorati gratuitamente dal dottor Marco Mucerino, cardiochirurgo pediatrico del Policlinico

Nella continua ricerca di promuovere la salute e il benessere della comunità, il Rotary Club Afragola-Frattamaggiore ha organizzato un importante evento di screening cardiologico presso la Scuola Primaria Antonio De Curtis, facente parte del terzo circolo di Melito. La giornata, che ha coinvolto quasi 300 bambini dai 6 ai 10 anni, si è svolta con successo grazie alla preziosa supervisione del dottor Marco Mucerino, cardiochirurgo pediatrico del Policlinico di Napoli. Presenti all’iniziativa alcuni organizzatori e rappresentanti del Rotary tra cui Senofonte Dimitry e Raffaele Marrone. La manifestazione, inoltre, è stata animata dai volontari dell’AGE, con la presenza di Ciro Ambrosini, e dall’Aismme.

“Sono circa 5 anni che abbiamo iniziato questo programma di prevenzione – ha affermato il dottor Marco Mucerino – Abbiamo visitato quasi 12.000 bambini che sono stati sottoposti a Screening completo. Si tratta di un’esperienza unica in Italia, con numeri importanti. Abbiamo notato – ha concluso Mucerino – che nell’area nord della regione campania c’è un’incidenza di patologie cardiologiche più alta rispetto al resto della regione. Stiamo ancora cercando di capire le ragioni”.

Il Rotary Club, da sempre impegnato nel sociale e nella promozione della salute, ha visto in questo evento un’opportunità per offrire un servizio cruciale alla comunità scolastica. Lo screening cardiologico, infatti, è un passo fondamentale nella prevenzione delle malattie cardiache, anche nelle fasce d’età più giovani. Il dottor Marco Mucerino, esperto nel settore della cardiologia pediatrica, ha dedicato la sua competenza e il suo tempo per garantire che ogni bambino fosse sottoposto a un esame accurato e professionale.

“Un futuro nel cuore nasce con lo scopo di fare prevenzione e screening cardiaco prenatale che al momento è un intervento non previsto nei livelli assistenziali – ha affermato Senofonte Demitry, tra gli organizzatori dell’iniziativa. Come Rotary – ha proseguito – stiamo provando a portarlo alla pari della radiografia dell’anca che fanno tutti i bambini, finanziato dai Lea. Nel corso delle nostre mattinate nelle scuole abbiamo riscontrato diversi casi che necessitavano di intervento o di attenzione. Il progetto è interamente finanziato dal Rotary e da quest’anno, per volere del Governatore del Ugo Oliviero, è diventato anche distrettuale con la possibilità di promuoverlo in tutta la regione Campania”.

Un aspetto cruciale per la buona riuscita di questa iniziativa è stata la disponibilità e la collaborazione della dirigente scolastica, Daniela Conte, che ha messo a disposizione un’aula della scuola affinché lo screening potesse svolgersi in un ambiente confortevole e adatto alle esigenze del personale medico e dei bambini. Oltre alla disponibilità della struttura, è stato altrettanto importante il coinvolgimento e il supporto del corpo docente, del personale scolastico e del consiglio di circolo, rappresentato dal vice presidente Augusto Severino. La presenza di insegnanti e personale ausiliario ha contribuito a garantire il buon andamento della giornata.

Questa iniziativa non è solo un esempio di come la collaborazione tra enti pubblici e privati possa portare a risultati positivi per la comunità, ma è anche un segno tangibile di quanto sia importante investire nella prevenzione e nella salute dei più giovani.

N. M. 

Commenti

commenti