Si prepara a casa e agisce in un minuto

Sulle superfici impermeabili, come quelle di cucina e bagno, disattivano il Coronavirus 2019-nCoV in 1 minuto: sono i super-disinfettanti individuati dal ricercatore del Cnr Matteo Guidotti dell’Istituto di scienze e tecnologie chimiche “Giulio Natta” (Scitec) del Cnr di Milano.

I superdisinfettanti “Ci sono alcuni disinfettanti facilmente reperibili in casa e che sono in grado di inattivare il nuovo coronavirus 2019-nCoV in 1 minuto” ha spiegato all’Adnkronos il ricercatore, chiarendo subito: che questi preparati non possono e non devono essere usati sul corpo, ovvero sulla cute.

Sono ben tre le preparazioni, tutte dall’efficacia scientificamente confermata e dimostrata, che possono essere realizzate in casa: eccole

La ricetta per realizzare i disinfettanti anti-coronavirus sono necessari etanolo (ovvero alcol etilico) al 70%, perossido di idrogeno (cioè acqua ossigenata) allo 0,5% o ipoclorito di sodio (ovvero la comune candeggina o varechina) allo 0,1% e acqua di rubinetto, necessaria ad abbassare l’eccessiva concentrazione dei prodotti casalinghi.

Soluzione 1): 0.4 Litri di alcol denaturato (rosa) al 90% (circa 2 bicchieri di plastica colmi) e semplice acqua del rubinetto fino ad un totale di mezzo litro.

Soluzione 2): 0.1 Litro pari a circa metà bicchiere di plastica di acqua ossigenata per medicazione al 3% (10 volumi)e acqua di rubinetto fino ad arrivare a mezzo litro di soluzione disinfettante.

Soluzione 3): 10 ml di candeggina da bucato al 5% (circa un cucchiaio da minestra) con aggiunta di acqua di rubinetto fino ad arrivare a mezzo litro.

Guidotti ha spiegato, ancora all’Adnkronos, che altri disinfettanti, a base di altre sostanze, si sono dimostrati meno efficaci e anche che “un’adeguata disinfezione delle superfici come maniglie, pulsanti, tavoli o ripiani e dei dispositivi di protezione impermeabili come guanti, stivali o simili, può rivelarsi efficace nel contenere e prevenire la diffusione del virus patogeno nell’ambiente”.

Attenzione: i disinfettanti nel tempo perdono efficacia.

In particolare, le soluzioni a base di candeggina o di acqua ossigenata vanno preparate ogni giorno (durano quindi circa 24 ore).

Quella a base di alcol etilico, invece, dura anche una settimana.

Ovviamente vanno conservate lontano dalla portata dei bambini e ben chiuse in un contenitore che non possa essere inavvertitamente confuso con quello di altri liquidi come acqua, vino o simili.

Da: NapoliToDay

 

Commenti

commenti