Il furto risaliva al 2005

Il titolare di un’agenzia di viaggi alcuni giorni fa si è ritrovato sulla scrivania due lettere anonime con all’interno dei pezzi di mosaico.

Le missive arrivavano dal Canada e i reperti erano materiale archeologico proveniente da Pompei.

Gli autori delle lettere spiegavano che durante un viaggio a Pompei nel 2005, avevano rubato i pezzi di mosaico come souvenir, ma da allora le loro vite erano state costellate da eventi negativi.

All’interno di una delle due comunicazioni, c’era scritto: “Portano sfiga, riprendeteveli”.

L’agente di viaggi, dopo aver letto il contenuto dei documenti, ha consegnato missive e reperti ai carabinieri del posto fisso del Parco Archeologico di Pompei.
Carabinieri

Commenti

commenti