È avvolta nel mistero la scomparsa di un camionista napoletano nel torinese

Non ci sono più tracce di un camionista, Pasquale Ambrosino, 40 anni di Saviano, scomparso nel nulla a Torino.

Il suo camion, un IVECO Stralis di colore bianco, è stato ritrovato parcheggiato nello spiazzale antistante la Tangenziale Nord di Torino ma dell’uomo nessuna traccia.

All’interno del camion sono stati ritrovati il suo borsone contenente gli effetti personali, sul lettino nella cabina, mentre sul sedile anteriore al lato guida alcuni fogli con appunti del viaggio e una bottiglia di acqua vuota.

Il suo viaggio prevedeva una consegna a Milano da effettuare giovedì scorso.

Mercoledì l’uomo sarebbe giunto a Torino, il suo ultimo contatto telefonico sarebbe stato con il suo titolare che avrebbe dichiarato di avergli suggerito di non sostare in quello spiazzale perché conosciuto come “zona non sicura”.

Successivamente l’uomo farebbe un’ultima telefonata a sua madre, dicendole di trovarsi in sosta in un autogrill: da quel momento nessuno avrà più notizie di lui.

Il suo datore di lavoro sporgerebbe regolare denuncia di scomparsa il giorno dopo.

All’interno del camion verrebbero anche ritrovati un caricabatterie e un vecchio cellulare da cui sembra essere stata rimossa la scheda.

L’uomo, al momento della scomparsa, indossava un pantaloncino e una canotta azzurra.

Di recente, a seguito di un infortunio, era rimasto un bel po’ a casa senza lavorare e questa cosa gli aveva creato una depressione.

Increduli e spaventati i familiari, in particolare la madre e la figlia dell’uomo, che considerano molto strana questa scomparsa, essendo Pasquale una persona molto precisa e corretta.

Chiunque avesse notizie può contattare i familiari a questo numero 320-0947213.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti