Non c’è limite al peggio!

L’episodio che si era verificato un mese fa all’Ospedale del Mare di Napoli si è riproposto al Pellegrini: due guardie giurate sono state sottratte delle loro pistole da alcuni individui col passamontagna.

Giuseppe Alviti, capo dell’Associazione guardie particolari giurate e sindacalista ha affermato: “Basta con la macelleria sociale delle guardie giurate, bisogna garantire loro tutele e qualifiche previo corsi di informazione e formazione costante subito un tavolo interforze presso il Ministero dell’interno e della Prefettura di Napoli con Noi rappresentanti della categoria come Associazione operante sul campo che ben conosciamo le problematiche del settore e come dare giuste risposte, non si può chiedere ad altri corpi di conoscere ciò che non possono sapere fermo restando che le forze dell’ordine fanno altro tipo di servizio che nulla ha che vedere  con la sicurezza Sussidiaria e complementare.  È l’ora delle decisioni importanti o s’interagisce per donare dignità e professionalità alle guardie giurate non facendole essere la banca armi della malavita o si estinguesse la categoria perché avanti così non si può più andare avanti”.

pistola

Commenti

commenti