L’undicenne ha lasciato un ultimo messaggio alla madre

 

Martedì notte un ragazzino di 11 anni si è tolto la vita.

Gli inquirenti stanno ancora indagando sul motivo del suicidio da parte del ragazzino che si è lanciato dal decimo piano di una palazzina di Napoli.

L’undicenne, prima di compiere tale gesto, ha inviato un messaggio alla madre, il cui testo oltre a presentare delle scuse, faceva riferimento ad un “uomo nero”.

Gli investigatori pensano che si tratti di un’istigazione al suicidio, probabilmente derivante dalle challenge mortali circolanti da un pò di tempo a questa parte sul web.

Il ragazzino, a detta dei genitori, non aveva nessun problema di natura psicologica.

Per quanto riguarda l’ipotesi avanzata dagli inquirenti, il ragazzino potrebbe essere stato vittima, come si è accennato in precedenza, di una challenge mortale circolante sul web.

Per chi non lo sapesse le web challenge mortali sono covo di menti disturbate che cercano, sfruttando immagini false o identità altrui, di convincere un bambino di essere finito nel mirino di un’identità misteriosa.

Tra le web challenge mortali più famosi vi è Jonathan Galindo, l’ultima trovata approdata sui social che sta mietendo molte vittime.

Anzitutto bisogna dire che Jonathan Galindo non esiste e non è una persona reale.

Probabilmente più persone sfruttano questa immagine per arrivare ai loro scopi.

La figura di Jonathan Galindo raffigura una sorta di Pippo della Disney in versione horror: in realtà le foto rappresentanti tale personaggio sono state rubate, dato che erano state pubblicate anni fa dal make up artist Samuel Canini, che aveva ritratto questa sorta di maschera e aveva pubblicato le foto col nickname Duskysam.

Tali foto, a sua insaputa, sono state utilizzate per creare tale personaggio.

I primi account con le foto ritraenti Jonathan Galindo sono comparsi nel 2017, ma il personaggio è diventato popolare solo negli ultimi mesi, come erede della Momo challenge.

Cronaca, Napoli: undicenne si suicida, sconosciuti i motivi del gesto

 

Commenti

commenti