19 gli arresti

L’operazione denominata “Delivery” portata avanti dai carabinieri di Avellino, ha fatto emergere che durante la quarantena obbligatoria in Italia, veniva fornito un “servizio” alquanto bislacco da parte di alcuni spacciatori.

Gli individui, infatti, garantivano ai propri clienti il servizio a domicilio con tanto di consegna di sostanze stupefacenti, presso la propria abitazione.

Gli acquirenti pagavano la merce con il reddito di cittadinanza.

Arrestate 19 persone.

In corso ulteriori indagini.

marijuana

Commenti

commenti