La cinquantaduenne, ancora ricoverata, dovrà essere operata per la rimozione della scheggia che l’ha colpita a capodanno

Si trovava in strada per gettare la spazzatura quando, nella sera di Capodanno, è stata colpita da qualcosa al volto.

Teresa Aruta, 52 anni di Mugnano, si è ritrovata il volto ricoperto di sangue senza sapere il perché.

Sembrerebbe, dalla prima tac effettuata, che nell’incavo tra l’occhio ed il naso ci fosse un proiettile.

La donna soccorsa da sua sorella è stata dapprima portata all’ospedale di Giugliano ma poi è stata trasferita al Cardarelli.

Ad oggi si ritiene necessario sottoporre la donna ad un intervento chirurgico per asportare quello che potrebbe essere anche una scheggia di un petardo o, come già detto, una scheggia di un proiettile.

Incredulità e sgomento tra i cittadini di Mugnano.

Delusione anche nelle parole del sindaco Luigi Sarnataro:
“Nonostante le ordinanze restrittive adottate da noi sindaci, e una situazione economica generale non proprio florida, c’è chi continua a gettare denaro per botti illegali, pericolosi sia per chi li usa che per chi è intorno, spaventando anche i nostri animali domestici. Come sindaco esprimo vicinanza alla signora ferita, cui auguro pronta guarigione, e mi consola l’attuale bollettino di Napoli e provincia che parla di pochissimi feriti quest’anno”.

Marianna Di Donna

(Foto di repertorio)

Commenti

commenti