I minorenni sono stati affidati ad una struttura di Casoria

 

Sembrerebbe una scena tratta da “Il viaggio della speranza” ma purtroppo è la triste realtà: 4 cittadini stranieri, di nazionalità macedone, sono giunti a Napoli a bordo di un semirimorchio. 

Partiti dalla Serbia, i quattro sono stati ritrovati dalla Polizia Stradale di Napoli, all’altezza di San Nicola la Strada, dopo 3 giorni di viaggio, durante il quale avevano avuto a disposizione solo una bottiglina d’acqua e una confezione di biscotti.

Gli agenti hanno notato strani movimenti del telone di chiusura del veicolo e, così, hanno aperto il portellone, scovando le 4 persone, di cui solo uno maggiorenne

Fatti scendere dal veicolo, sono stati rifocillati, gli è stata fornita l’assistenza e, attraverso un interprete, è stato scoperto che insieme a loro, fino a poco prima, era presente una quinta persona che si era lanciata dal mezzo. 

Immediatamente gli agenti si sono messi alla ricerca della quinta persona, trovata poco dopo in evidente stato di ipotermia. Subito soccorso e con l’ausilio di una ambulanza è stato trasportato presso il pronto soccorso dell’ospedale di Caserta per le prime cure.

Dopo le formalità di rito, i minori sono stati affidati alla struttura “Comete” di Casoria, mentre il solo maggiorenne, richiedente asilo politico, è stato accompagnato presso un centro di accoglienza della provincia di Caserta

 

Commenti

commenti