La ragazza aveva una relazione che il fratello non approvava

Via Etruschi ad Acerra è stata teatro della morte della ventenne Paola, originaria del Parco Verde a Caivano.

La morte sarebbe avvenuta per un incidente stradale causato dal fratello di Paola.

Il motivo sarebbe da ricercarsi nella relazione della ventenne con un’altra donna, che il fratello non approvava.

La Procura di Napoli Nord ha, attraverso le indagini, ricostruito che la ragazza viaggiava insieme alla compagna su uno scooter, sia stata speronata e abbia perso il controllo del mezzo andando a finire contro una pompa sommersa che l’ha ferita mortalmente alla gola.

Il fratello di Paola, interrogato più volte, ha dichiarato di aver mantenuto una distanza di sicurezza dal veicolo della sorella, ma la sua versione non convince.

Presto sarà effettuata l’autopsia sul corpo di Paola, mentre la compagna è attualmente ricoverata presso Villa dei Fiori, poichè a causa dell’incidente, ha subito una frattura al braccio.

Don Maurizio Patriciello, parroco della zona, che conosceva le ragazze, tra cui Cira, la compagna di Paola, che aveva deciso di farsi chiamare Ciro, ha dichiarato: “Non sapevo della relazione tra le due ragazze, ma sapevo della scelta di Ciro, che rispetto; per loro non sarà stato facile; ancora oggi queste persone fanno fatica a farsi accettare; sui social ho letto brutti commenti, attacchi tra le famiglie, ma è necessario stare calmi e attendere che le indagini facciano il proprio corso”.

Il parroco celebrerà i funerali della ragazza nei prossimi giorni.

Paola Gaglione

 

 

 

Commenti

commenti