Le condizioni di Berlusconi si sarebbero aggravate a causa del Covid-19

Il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi, dopo aver scoperto la positività al Covid-19, nella giornata di ieri è stato ricoverato d’urgenza al San Raffaele di Milano.

Dopo un breve periodo di isolamento presso la sua abitazione, il ricovero di Berlusconi è stato necessario a causa di una polmonite bilaterale interstiziale che necessita un monitoraggio h24.

“Il presidente Berlusconi – si legge in una nota dello staff –  dopo la comparsa di alcuni sintomi, è stato ricoverato all’ospedale San Raffale di Milano a scopo precauzionale. Il quadro clinico non desta preoccupazioni”.

La senatrice Licia Ronzulli, parlando ad Agorà su Raitre, ha fatto sapere che il ricovero è avvenuto ieri sera:“Berlusconi ha passato la notte in ospedale. Dopo una mattinata iniziata un po’ male, ora sta bene, ha passato la notte bene. C’è stato bisogno di un piccolo ricovero precauzionale per monitorare l’andamento del Covid-19”.

Non è stato chiarito dove possa essere avvenuto il contagio del Covid-19, anche se l’ipotesi prevalente è che sia avvenuto a Capri in occasione di un incontro con i figli.

Silvio Berlusconi è ricoverato in quella che è considerata la “sua” stanza, al sesto piano del San Raffaele nel settore Diamante, dedicato ai pazienti solventi, dove è stato in occasione dei precedenti ricoveri.

Anche oggi continuano i messaggi di auguri di pronta guarigione a Berlusconi da parte di tutte le forze politiche.

In una nota Forza Italia chiarisce:“Pur comprendendo le legittime ragioni della stampa, si invita ad avere rispetto della privacy del presidente anche per evitare notizie avventate, imprecise e allarmistiche. Tutte le notizie relative alla salute del presidente saranno diffuse attraverso comunicazioni ufficiali nel doveroso aggiornamento dovuto ai media dal Prof Zangrillo a partire dalle ore 16. Ogni altra ricostruzione e ogni altro dettaglio letto in queste ore (che ci auguriamo non leggere più) relativo alla clinica e al decorso è da intendersi arbitrario, non confermato”.

“È una malattia insidiosa, che non ho mai sottovalutato”, ha precisato il Presidente di Forza Italia ringraziando i tanti messaggi di affetto ricevuti in poche ore sia da amici che da avversari politici.

“Tanta vicinanza mi ha commosso ed è il miglior incentivo ad andare avanti avendo ben presente la sofferenza di tante famiglie vittime di questa malattia insidiosa a cui va la mia partecipazione e il mio affetto”, ha affermato.

Silvio Berlusconi si è affidato ancora una volta all’ospedale San Raffaele dove è stato sempre in cura seguito dal professor Alberto Zangrillo primario di anestesia cardiologica e medico personale del Cavaliere.

Nella stessa struttura era stato ricoverato anche Flavio Briatore prima di essere dimesso per trascorrere la quarantena domiciliare in quanto risultato positivo anche lui al covid-19.

Il leader di Forza Italia aveva rivelato mercoledì di essere risultato positivo al Coronavirus e come lui i figli Luigi e Barbara con i quali era stato in contatto stretto.

Ieri anche Marta Fascina, la sua attuale fidanzata e compagna ha scoperto di essere stata contagiata a sua volta dal covid-19, ma anche lei senza particolari sintomi e quindi in isolamento domiciliare ad Arcore.

 

Ma cos’è la polmonite bilaterale interstiziale?

Così come la miocardite, si tratta di un’infezione legata a cause infettive, funghi e virus ma, in questo caso, dei polmoni.

A complicare il quadro può intervenire la tempesta di citochine, che comporta il versamento di fluidi infiammatori nel tessuto polmonare e una potenziale Sindrome da Distress Respiratorio Acuto, o ARDS (Acute respiratory distress syndrome), una condizione che compromette il funzionamento dei polmoni a causa delle gravi lesioni ai tessuti e all’accumulo di liquido.

La concentrazione di ossigeno nel sangue crolla e i pazienti più gravi devono essere assistiti con la ventilazione polmonare meccanica (intubazione).

Nei casi in cui le polmoniti risultano lievi e la saturazione non raggiunge livelli drammatici, i pazienti possono essere trattati in terapia subintensiva con un casco CPAP.

Laura Barbato

 

Commenti

commenti