Inizia il tracciamento del contagio della variante Omicron in Campania, positive 4 persone

La Campania continua a mantenere alto il numero dei contagi generale con un’impennata dei casi in risalita ormai da una settimana. Anche oggi, infatti,  sarebbero sopra i mille i nuovi casi di contagio contando circa 17 mila persone in quarantena.

Intanto prosegue l’allerta dopo l’individuazione del paziente zero della nuova variante africana Omicron proprio nella nostra regione; dallo screening effettuato sui familiari sarebbe emersa la positività anche della moglie e dei due figli.

Motivo, questo, che avrebbe fatto scattare la quarantena fiduciaria per entrambe le classi frequentate dai figli dell’uomo e per le docenti delle classi stesse.

Sarebbero  1.147  i nuovi positivi al Covid-19 registrati in Campania in 24 ore su 29.578 test effettuatidati, questi, forniti  dall’Unità di crisi della Regione Campania nel consueto bollettino dove verrebbero evidenziati anche 3 decessi.

Nel report sono indicati 25 ricoverati nelle terapie intensive e 300  nuovi ricoveri nei reparti covid nuovamente attivi per l’emergenza.

Intanto prosegue senza sosta la campagna vaccinale; nella giornata di ieri sarebbero stati somministrati 17.313 vaccini di cui 1.387 prime dosi e 991 a completamento dell’immunizzazione.

Nel frattempo, il paziente zero contagiato dalla variante Omicron, avrebbe rassicurato tutti attraverso una sua dichiarazione dicendo di avvertire solo sintomi leggeri, di sentirsi in sostanza abbastanza bene e di sentirsi a maggior ragione fiducioso nell’efficacia del vaccino che lo avrebbe protetto da una forma grave di contagio avendo lui stesso completato il primo ciclo vaccinale delle due dosi.

Questa sera ospite della puntata “Controcorrente” su Rete 4, sarà il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, che avrebbe già espresso la sua opinione a  riguardo di questo primato di contagio che riguarda la regione Campania “Bisogna stare tranquilli ma vigili, perché se perdiamo il controllo davanti a questa variante la situazione può diventare davvero grave. Non c’è da angosciarsi in maniera particolare, c’è da fare attenzione. È una variante che pare sia particolarmente aggressiva. Dalle notizie che ci arrivano dal Sudafrica, che mi vengono comunicate da Agenas, pare che gli effetti patogeni di questa variante non siano di particolare gravità”.

“Anche questo episodio ci invita, ancora una volta, a completare tutti il ciclo di vaccinazione e ad avere comportanti ispirati alla massima prudenza, a cominciare dall’uso della mascherina che in Campania, è giusto ricordarlo, è rimasto obbligatorio da sempre nei luoghi chiusi e all’aperto dove non è garantito il distanziamento. Si ribadisce, inoltre, la necessità che venga esercitato massimo controllo da parte delle forze dell’ordine e delle polizie municipali, anche sanzionatorio, nei confronti di chi non ottempera all’osservanza dell’ordinanza della Regione”.

Foto dal web

Marianna Di Donna

 

Commenti

commenti