Focolaio Covid in un istituto comprensivo di Qualiano, 20 bimbi contagiati

Allarme Covid in una scuola di Qualiano dove sarebbe scoppiato un vero e proprio focolaio di contagi tra i bambini e gli insegnanti.

Al momento si conterebbero ben 20 alunni e 7 docenti positivi.

La notizia è stata data nella giornata di ieri direttamente dal governatore della Campania, Vincenzo De Luca, durante una conferenza presso Città della Scienza, per il “Premio Industria Felix IV Edizione.

Il governatore De Luca, arrabbiatissimo, avrebbe comunicato che, da un primo tracciamento, risulterebbe che per il 99% si tratterebbe di bambini figli di genitori “No Vax”.

Durissimo l’affondo del governatore che non ha lesinato parole leggere a riguardo “Non ho parole per esprimere il mio disprezzo per chi non ha rispetto neanche per i propri figli, non so per quale valutazione idiota”. 

Il sindaco di Qualiano, Raffaele De Leonardiis, attraverso un comunicato e un video postato poco fa sulla sua pagina Facebook, avrebbe confermato la notizia e proclamato la chiusura dell’Istituto Comprensivo “Di Giacomo” plesso Santa Chiara, fino a lunedì.

Immediate le comunicazioni verso tutte le altre famiglie degli alunni dell’Istituto Comprensivo da parte dell’Asl Napoli 2, la cui macchina organizzativa, starebbe procedendo per ulteriori aggiornamenti con il passare delle ore.

Dal momento che, in questi giorni, sarebbero in aumento i casi proprio all’interno delle scuole, riguardo le proteste dei “No Vax”, il governatore De Luca appare molto esplicito verso queste persone che, a suo dire, “stanno facendo ammuina”.

“L’idea di confondere il diritto alla libertà con il diritto di contagiare i propri colleghi di lavoro, i propri familiari, e di mettere a rischio la ripresa economica del nostro Paese, è qualcosa che mi indigna per il livello di stupidità e di irresponsabilità che queste persone esprimono”.

“In Campania non abbiamo posizioni opportunistiche: noi siamo per vaccinare tutti e per non dare il tampone gratuito a nessuno, soprattutto per chi rifiuta la vaccinazione gratuita. Una democrazia, un Paese serio, vive anche di senso di responsabilità e di spirito civico”.

Qualche ora fa, invece, sempre durante un intervento a Palazzo Santa Lucia a Napoli, il governatore pressato dalle domande dei giornalisti circa lo scoppio di questi focolai, avrebbe detto “Non ci illudiamo, se continuiamo a distrarci a novembre richiudiamo. Già l’ultima settimana abbiamo avuto un aumento di positivi e siamo obbligati a seguire mattina, sera, notte quando ci arrivano i comunicati dei positivi della giornata, a non dormire”.

Ma non solo, il governatore De Luca, avrebbe anche definito “green pippe”tutte quelle persone che, non vaccinate, stanno dal giorno 15 accalcandosi tra farmacie e centri medici, per sottoporsi ad innumerevoli tamponi, con l’unica volontà di non effettuare il vaccino.

Per tutte queste persone, il governatore, sarebbe anche disposto a negare la cittadinanza dal momento che lui stesso affermerebbe la sua preoccupazione con queste parole “se continuiamo così, a novembre richiudiamo tutto”.

Foto dal web

Marianna Di Donna

 

 

Commenti

commenti