Cinquantasette camion provenienti da Padova sono arrivati ieri in serata per allestire il primo ospedale da campo realizzato in Campania e a Napoli, nei pressi dell’Ospedale del Mare: gli autocarri trasportavano i moduli prefabbricati(due dei tre moduli previsti, da 24 posti letto ciascuno, per un totale di 48),per aumentare i posti letto di terapia intensiva dedicati ai pazienti Covid-19.

Questa settimana 24 moduli su 48 dovrebbero essere operativi, in data 15 Aprile  invece dovrebbero essere 48/48. 

L’ospedale da campo avrà un’entrata con una mensa, aree pedonali e una zona addetta all’ingresso dell’ambulanza. 

I lavori, che procedono con velocità, si stanno realizzando nell’area adiacente al parcheggio dell’Ospedale del Mare.

Il Direttore dei lavori dichiara a Napoli Today: “Abbiamo fatto un miracolo, anticipando il cronoprogramma; e’ previsto per il 20 aprile l’arrivo di altri camion, con l’ultimo modulo da 24 posti, per un totale complessivo di 72 posti letto di terapia intensiva utili ad ospitare i pazienti Covid-19. La struttura costa 7,7 milioni di euro, l’importo della gara comprensivo del ribasso presentato dalla ditta vincitrice, la Manufacturing Engineering Development MED di Padova che si occupa proprio di moduli prefabbricati in sanità.

Questi moduli saranno attivi per tutto il periodo dell’emergenza ma stiamo ragionando sui futuri usi delle strutture. Pensiamo che una parte sarà utilizzata come una centrale 118, mentre un modulo potrebbe essere usato come asilo nido aziendale”.

Nel piano regionale campano sono previsti altri due ospedali da campo a Caserta e a Salerno.

De Luca in prima linea 

Anche in questa occasione il governatore della regione Campania, Vincenzo de Luca assieme a Ciro Verdoliva, direttore generale dell’Asl Napoli 1, che ha seguito personalmente per tutta la notte lo svolgimento dei lavori, è in prima linea per verificare che il tutto vada a meglio, invitando gli operai a lavorare in maniera più celere possibile.

 

Nazarena Cortese

Commenti

commenti