La dimissione della prima paziente cinquantanovenne trattata col farmaco off-label Tocilizumab al Cotugno di Napoli, ha dato un bagliore di speranza.

Dopo l’ok della Cina al prof.Ascierto, oncologo napoletano, all’uso del Tocilizumab sui pazienti affetti da CoVid-19, sembra di vedere la luce in fondo al tunnel.

La donna  si era presentata ai medici ad inizio Marzo con una polmonite interstiziale bilaterale, ed era stata trattata alcuni giorni dopo con il farmaco in questione.

Pazienti asintomatici e paucisintomatici: la necessità di fare più tamponi

In un’intervista recente, il prof. Ascierto ha evidenziato la necessità di effettuare più test per individuare le persone asintomatiche o paucisintomatiche, ovvero con pochi sintomi.

Difatti a detta del medico, sarebbero proprio loro il focolaio principale da spegnere per fermare il contagio.

Come sempre, ricordiamo ai nostri lettori,  di non recarsi al pronto soccorso se dovessero presentare sintomi da CoVid-19, ma di chiamare il 118.

Nazarena Cortese

Commenti

commenti