Non c’è limite al peggio

 

La guardia di finanza di Napoli ha sequestrato tra Napoli e Casandrino circa 100mila mascherine provenienti dalla Cina non in regola.

L’operazione che si è articolata in due fasi, ha analizzato in un primo momento le spedizioni provenienti dalla Cina e destinate ad esercizi commerciali gestiti da cittadini cinesi nella provincia di Napoli.

Risultano sotto sequestro 25.600 mascherine vendute per Kn95, ma prive di qualsiasi documentazione attestante le caratteristiche protettive; inoltre tra le tante spedizioni illegali, risultano anche 65 termometri a infrarossi con il marchio CE contraffatto.
Un 30enne cinese titolare di un negozio è stato denunciato per frode in commercio e contraffazione.

Nella stessa operazione, i militari hanno posto sotto sequestro altre 97.500 mascherine sprovviste dell’autorizzazione alla commercializzazione e della conformità sanitaria obbligatorie. Per tale reato sono stati denunciati un 47enne di origine pakistana e un 62enne di origine cinese titolare di una ditta operante nel commercio all’ingrosso.

 

Commenti

commenti