Si riparte il 14 Settembre

 

Il Governo, in merito alla ripartenza di tutte le scuole il prossimo 14 settembre afferma:” La ripartenza rappresenta una priorità assoluta per il Paese”.

Nel frattempo sono in corso una serie di riunioni del Comitato tecnico scientifico sulle misure necessarie in vista dell’inizio dell’anno scolastico, da adottare per tutelare studenti e docenti; ieri le prime, una tra il Comitato tecnico scientifico e la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, l’altra ieri in serata, con la ministra, il Commissario straordinario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri, i rappresentanti di Uffici scolastici regionali, Anci e sindacati della scuola.

Ciò che è certo è che i bambini e ragazzi sopra i sei anni dovranno usare la mascherina in classe.

Per quanto riguarda la distribuzione dei primi banchi monoposto agli istituti che ne hanno fatto richiesta, questa inizierà il 7 o l’8 settembre fino a tutto il mese di ottobre.

Sono circa 2 milioni i test sierologici consegnati alle Regioni per la somministrazione agli insegnanti e al personale docente delle scuole che vorranno farlo.

In merito a ciò Arcuri dichiara:”Distribuiremo 11 milioni di mascherine gratuite a settimana alla totalità delle scuole del paese per metterle a disposizione di studenti e personale; distribuiremo 170 mila litri di gel igienizzante la settimana rispondendo così ai 3 requisiti di base: protezione individuale, igienizzazione mani e screening: un’operazione che pochi paesi hanno attuato, molto onerosa”.

Ad ogni modo gli esperti del Cts, dovranno affrontare altre riunioni per monitorare l’andamento dei contagi, presumibilmente ciò avverrà in prossimità di ogni 14 del mese.

Attraverso degli studi è stato possibile capire che se l’indice di contagiosità Rt è alto, è più difficile che le misure di igiene e distanziamento da sole bastino a tenere il contagio fuori dalle classi.

Tutto quindi dipenderà dal numero dei contagi che avremo nei prossimi mesi.

 

 

Commenti

commenti