“Mi sento abbandonata”

 

Una studentessa di ritorno da un viaggio all’estero, dopo aver effettuato il primo tampone, sta attendendo invano l’esito del secondo, nonostante sia quasi passata una settimana.

Maria, ragazza di Pozzuoli, si sente letteralmente abbandonata, da chi invece dovrebbe tutelarla.

La stessa decide di rilasciare un’intervista a NapoliToday, che noi riportiamo integralmente.

Da quanto tempo attende l’esito del secondo tampone?

“Ho fatto il secondo tampone all ospedale di Pozzuoli e ancora non sappiamo i risultati. Sono passati sei giorni. Nessuno ti chiama, nessuno ti sa dare risposte. Per me è assurdo. Mi hanno anche dato risposte sgarbate i medici che ho interpellato. Ho richiesto un terzo tampone ma nulla, mi hanno risposto che è impossibile e dobbiamo aspettare il risultato del secondo. E’ una situazione paradossale”.

Ha idea su come possa essersi contagiata?

“Non ne ho idea, anche perché sono rientrata dalla Croazia insieme al mio compagno lui è risultato negativo. Ho combattuto per fargli avere il secondo tampone al mio compagno,visto che quando siamo usciti dall’aereoporto siamo stati insieme. Loro dicevano che non era necessario, io ovviamente dicevo ‘scusatemi andate per logica io non lo so se lui si è positivizzato’.

Dove sta osservando l’isolamento?

“Sto a casa, sto bene. Non ho mai e dico mai avuto sintomi”.

Neppure nella fase iniziale?

“Nemmeno un po’ di febbre, mal di testa o mal di gola, nulla. E mi continuo a chiedere com’è possibile che il mio compagno sia negativo? Non vedo vie di uscita. Mi sento abbandonata”.

test sierologici napoli

Commenti

commenti