E se il coronavirus ci ha abituato a brutte notizie, questa volta dobbiamo ricrederci: Stefania, infermiera del reparto maternità  ha deciso volontariamente di abbandonare il settore in cui lavorava all’ospedale Cardarelli di Napoli, per combattere il virus in prima linea, senza indugi, paure o remore.

Non sono mancati i ringraziamenti e gli elogi del sindaco di Pozzuoli (cittadina natia dell’infermiera), Vincenzo Figliolia. 

Rispetto alle varie domande che le sono state poste riguardo la sua decisione, ella ha poi replicato dicendo:

Ho voluto con grande forza vivere questa esperienza per dare una mano e come me tanti ragazzi hanno fatto questa scelta e tra di noi a malapena ci conosciamo; al cambio turno, se non fosse per il nome scritto sulla tuta con un pennarello, non riusciremmo nemmeno a riconoscere il collega che ci lascia le consegne. Si intravedono solo gli occhi sotto le maschere protettive. La nostra giornata comincia con la vestizione e con la paura di non sapere cosa ci aspetta, la stessa che ci colpisce di nuovo durante la vestizione; anche un piccolo errore potrebbe mettere a rischio le nostre famiglie a casa. Nonostante turni di 6h antimeridiane e 12h notturne, con i dispositivi indossati che a momenti sembrano toglierti l’aria, cerchiamo di essere sempre positivi“.

Un grazie di cuore va agli eroi col camice bianco che ogni giorno rischiano la propria vita per contrastare l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo.

Nazarena Cortese

Commenti

commenti