“Se scendono i contagi, in alcune regioni si riaprirà prima”

 

Il presidente Conte parla agli italiani il primo Maggio, nel giorno dedicato ai lavoratori e si rivolge, scrivendo un post su Facebook, a chi gli chiede di allentare i divieti per riprendere l’attività ed in particolare risponde alla richiesta di un barbiere di Potenza che lamenta di essere in condizioni economiche precarie:”Sono sicuro che, con il rispetto delle regole adottate, in alcuni territori si potrà rallentare notevolmente la curva del contagio; attività come la sua potrebbero rialzare prima del previsto la saracinesca: se abbassiamo il rischio di contrarre il virus e rispettiamo i protocolli di sicurezza, tanti clienti torneranno a tagliarsi i capelli senza essere bloccati dalla paura”.

Aggiunge poi: “Non farò finta di non sentire i vostri consigli, le vostre sollecitazioni, la vostra rabbia, la vostra angoscia. Non cadono nel vuoto, non sono parole al vento. Ci sono stati e continuano ad esserci ritardi nelle somme da erogare, chiedo scusa. Abbiamo lavorato al massimo per far ripartire a pieno regime il motore dello Stato, è ai dettagli un nuovo provvedimento con aiuti e misure per la ripartenza economica che saranno più pesanti, più rapidi, più diretti”.

Infine conclude: “Il mondo del lavoro è messo a dura prova. Tanti vivono con ansia e preoccupazione questa emergenza, fra attività chiuse e prospettive di lavoro a rischio. Molti nella fase più acuta di emergenza, hanno lavorato per assicurarci assistenza, soccorso, sicurezza e beni essenziali. Oltre 4 milioni tornano a lavoro lunedì grazie ai primi risultati delle misure di contenimento: potranno confidare nell’applicazione di rigidi protocolli di sicurezza, su cui saremo intransigenti”.

 

Nazarena Cortese

Commenti

commenti