In questi giorni di emergenza nazionale da Coronavirus anche i centri di accoglienza per i senza fissa dimora fronteggiano difficoltà notevoli. Gli spazi, già limitati in condizioni normali, non bastano per assicurare sicurezza ed eventuale quarantena sia per coloro che ne usufruiscono che per chi ci opera, e chi si presenta a un dormitorio e ha dei sintomi non sta a casa, torna in strada per forza di cose, ci possono stare? Chi li tutela? Chi ci tutela? Possono essere vettori potenziali visto anche le condizioni igieniche di come vivono.

#Vorreistareacasa, una campagna parallela a #iorestoacasa per richiamare l’attenzione sulle difficoltà di chi, una casa in cui stare, non ce l’ha e, paradossalmente, costituisce “pericolo” per loro e per la comunità.

La nostra redazione ha ricevuto un messaggio di un operatrice di un’associazione che si occupa di loro che riportiamo:

Ciao, allora esiste il problema dei senza fissa dimora ospitati dai vari dormitori di Napoli che vengono messi fuori alle 08.30 del mattino e riaccolti alle 19.30. Questo e il “Sant’Antonio la Palma” a Salita Scudillo; mentre “La Tenda” e quello dei “4 palazzi” vengono messi fuori alle 08.30 e riaccolti alle 16.
Mi chiedevo ma se esiste un provvedimento governativo perché questa gente deve essere buttata per strada nonostante non ci sono mense aperte, chiese, caritas, che li possa accogliere? Mi chiedevo perché il nostro sindaco De Magistris non ha pensato prima ai più deboli e indifesi?? I veri poveri! Perché questa gente viene trattata come buste della spazzatura??
Il nostro e un problema sociale e un problema di tutti. Questi dovrebbero essere curati assistiti e gestiti da persone amorevoli mentre invece vengono gestiti da persone che di umanità ne hanno ben poca, perché non ascoltano il loro grido di solitudine e non ascoltano la loro solitudine, vengono minacciati psicologicamente a non ribellarsi per paura di non essere più accettati nella struttura.
Adesso il sindaco, vista l’emergenza, ne dovrebbe prenderne atto.

#Vorreistareacasa

Commenti

commenti