“Noi siamo andati avanti a gennaio rispettando comunque le priorità”

Durante la consueta diretta del venerdì, il Governatore della regione Campania, Vincenzo De Luca, oltre ad aggiornare i suoi concittadini riguardo la situazione epidemica, ha toccato anche il tema dei vaccini e a tal proposito ha affermato: “Il giorno del V-Day, il 27 dicembre scorso, il clima era l’opposto di oggi. Non c’era la corsa al vaccino. Era tutto il contrario. La gente aveva paura del vaccino. Eravamo nel pieno di una campagna no-vax che diffondeva la FAKE NEWS sulla pericolosità del vaccino Pfizer. C’era chi sfidava gli esponenti politici a farsi per primi i vaccini per dimostrarne la sicurezza. Il 27 dicembre il problema non era chi prima e chi dopo, non era la corsa al vaccino, ma era sconfiggere la campagna no-vax e infondere fiducia nei cittadini. Per questo, allora, il sottoscritto, nella giornata dimostrativa, ha ritenuto doveroso vaccinarsi, per dare un elemento di fiducia ai cittadini. Addirittura, il 27 dicembre, nonostante fossero stati consegnati pochissimi vaccini, una parte delle dosi è rimasta comunque inutilizzata nei frigoriferi. Chi era stato chiamato non si è presentato proprio perché c’era paura. Questo era il clima tre mesi fa. Da Roma ci avevano comunque detto: partite, mettendo da parte una quota delle dosi per i richiami. Siamo partiti così. Dopo un mese, hanno iniziato a dire che i vaccini non sarebbero arrivati o comunque che ne sarebbero arrivati molto meno del previsto. Questo è quanto. Noi siamo andati avanti a gennaio rispettando comunque le priorità: vaccinare le residenze per gli anziani e il personale socio-sanitario. Possiamo vantare oggi almeno un risultato e non è poca cosa: abbiamo gli ospedali sicuri dal punto di vista del contagio. L’obiettivo che abbiamo oggi in Campania è vaccinare tutti entro il 2021”.

Fake news sui vaccini. Milioni di utenti terrorizzati

Commenti

commenti