Una decisione molto strana apparentemente

 

L’Istituto Sperimentale Zooprofilattico del Mezzogiorno di Portici, che processa i tamponi per l’Asl Napoli 3 e per l’Asl di Salerno ha comunicato ai distretti sanitari delle diverse Asl che: “Fino a nuova disposizione dell’Unità di Crisi Regione Campania gli esiti dei tamponi non riporteranno più l’indicazione delle positività a varianti (Positivo con S dropout)”.

I tamponi saranno elaborati secondo le seguente diciture: non adeguato da ripetere, negativo, positivo.

Tale decisione ha destato perplessità: difatti la variante inglese sembra essere più facilmente trasmissibile rispetto a quella “classica” (37% in più) colpirebbe di più i giovani e soprattutto non varrebbero le regole a cui attualmente siamo abituati ( distanziamento sociale, mascherine, ecc)

La motivazione che ha spinto la Regione Campania a intraprendere tale scelta risiede nel fatto che mentre per il coronavirus “classico” quando una persona risulta positiva bisogna risalire ai contatti di questa degli ultimi due giorni, per quanto concerne la variante inglese, dato che il decorso del virus risulta essere più lento, bisognerebbe risalire ai contatti di due settimane prima: un lavoro davvero duro che metterebbe a collasso la già problematica situazione che vive la sanità campana.

 

cronavirus 2019

Commenti

commenti