Boom di arresti tra Napoli e provincia

In questo periodo di quarantena forzata, sono aumentati notevolmente i casi di maltrattamenti in famiglia che hanno richiesto l’intervento delle forze dell’ordine.A Santa Maria la Carità un 48enne del luogo già noto alle forze dell’ordine, è stato accusato dai familiari di violenza ripetuta ed è stato poco dopo arrestato dai militari della stazione locale.

Anche un 37enne di Poggiomarino è finito in manette: i carabinieri lo hanno arrestato con l’accusa di violenza ed estorsione ai danni dei genitori, coloro tra l’altro che l’hanno denunciato.

Un 29enne di Arzano è stato arrestato dalle forze dell’ordine: il giovane nonostante fosse sottoposto alla misura cautelare dell’allontanamento dalla casa dei parenti, aveva continuato ad infastidire i familiari che disperati, si sono rivolti a chi di dovere.

Un 34enne di Torre del Greco già noto alle forze dell’ordine, è stato fermato dai carabinieri con l’accusa di violenza nei confronti del fratello.

Infine una 40enne di San Gennaro Vesuviano ha denunciato che da anni il marito la picchiava anche in presenza del figlio minore.

 

Nazarena Cortese

Commenti

commenti