Questa sera alle 18 il Napoli sfiderà il Genoa al San Paolo, in questa seconda partita di campionato Gattuso vuole la seconda vittoria consecutiva, soprattutto perché nella prossima giornata di campionato, gli azzurri dovranno affrontare i nove volte campioni d’Italia, e quindi è importantissimo arrivare a punteggio pieno allo scontro diretto contro una delle antagoniste per guadagnare la zona Champions. Dal canto suo il Genoa non arriverà a Napoli come vittima sacrificale, gli uomini di Maran reduce dal 4-1 contro il Crotone venderanno cara la pelle per guadagnarsi un risultato positivo; Genoa che dovrà fare a meno oltre che di Perin che alla vigilia della partita è risultato positivo al covid 19, anche di Lasse Schone questa mattina è risultato debolmente positivo al tampone e quindi è rimasto a Genova in quarantena come il suo compagno di squadra.

Per quando riguarda la formazione, il mister azzurro sta pensando a un cambio di modulo, schierando la squadra fin dall’inizio, come ha giocato nell’ultima mezz’ora contro il Parma dove ha trovato i due gol che li ha condotti alla vittoria, passando dal 4-3-3- al 4-2-3-1; se tale decisione sarà confermata, la squadra titolare con molta probabilità sarà la seguente: in porta ci sarà Meret, che come si è deciso dall’inizio della stagione si alternerà con Ospina, in difesa a destra Di Lorenzo, coppia centrale formata da Manolas e Koulibaly, il senegalese ormai è destinato a restare in azzurro, a completare la retroguardia c’è il  ballottaggio tra Mario Rui e Hysaj per la corsia di sinistra.

Centrocampo quindi a due come nell’ultima mezz’ora di Parma con Zilinski e Fabian davanti alla difesa, attacco addirittura a quattro, con Lozano esterno a d’attacco a destra, Mertens trequartista, Insigne esterno d’attacco a sinistra e Osimhen centravanti.

Gattuso si sta accorgendo che non può fare a meno di Osimhen, il giocatore nigeriano ha fatto subito vedere la sua grande personalità oltre che le sue accelerazioni fulminee che hanno messo in enorme difficoltà la retroguardia del Parma, ma Gattuso non vuole fare a meno nemmeno di Dries Mertens e quindi vorrà testare questo 4-2-3-1, perché l’ex Lille non è a suo agio in un attacco a tre, perché ha bisogno di essere lanciato in profondità; sperando che dal mercato negli ultimi giorni possa arrivare un centrocampista che all’occorrenza possa fare anche il mediano in un centrocampo a due, Gattuso testerà se Fabian Ruiz e Zileinski possono farlo, Gattuso pensa di si, staremo a vedere e tutti si augurano che anche questa volta il mister ci abbia visto giusto.

Convocati del Napoli: Ospina, Meret, Contini, Di Lorenzo, Ghoulam, Hysaj, Koulibaly, Luperto, Maksimovic, Manolas, Rrhamani, Mario Rui, Demme, Elmas, Lobotka, Fabian Ruiz, Zielinski, Insigne, Lozano, Mertens, Osimhen, Petagna, Politano.

Formazione del Napoli (4-2-3-1): Meret, Di Lorenzo, Manolas, Koulibaly, Mario Rui, Fabian Ruiz, Zielinski, Lozano, Mertens, Insigne, Osimhen. All. Gattuso.

Foprmazione del Genoa (3-5-2): Marchetti, Goldaniga, Zapata, Biraschi, Ghiglione, Lerager, Badelj, Zajc, Zappacosta, Pjaca, Destro. All. Maran.

Ballottaggi nel Napoli: Meret/Ospina 55%/45%, Mario Rui/Hysaj 55%/45%, Lozano/Politano 55%/45%.

Arbitro: Luca Sacchi.

Antonio Ferrigno

Commenti

commenti