Controlli anche a Melito

Sono stati diversi e sparsi su tutta Napoli e provincia gli interventi dei NAS presso esercizi commerciali addetti alla produzione e somministrazione di cibi e bevande.

Purtroppo sono risultate non a norma la maggior parte delle attività, molte delle quali sono state denunciate penalmente oltre che sanzionate.

A Melito ispezionata una panetteria nella quale sono stati ritrovati e sequestrati 15 kg di prodotti non correttamente congelati.
Si tratterebbe per lo più di carne e verdure varie che poi sarebbero servite per farcire prodotti forniari.

A Grumo Nevano, invece, l’ispezione in una palestra ha portato al sequestro di 8 kg di integratori alimentari privi di ogni etichetta di rintracciabilità.

A Frattamaggiore un pub sarebbe stato sanzionato con una multa pari a 500 € perche il locale non rispettava tutte le norme igienico sanitarie.

A Lacco Ameno, invece, l’ispezione è arrivata in un centro estetico termale che è stato multato per 1500€ oltre al sequestro di 15 kg di prodotti alimentari farinacei privi di ogni tracciabilità.

Durante questo controllo a cui avrebbe partecipato anche l’ASL NAPOLI 2 NORD sono state sequestrate vasche per fanghi risultate totalmente prive di certificazione sanitaria.

Si è trattato, invece, di un’operazione molto massiccia a Capri, operazione svolta in collaborazione con i tecnici sanitari dell’ASL Napoli 1.

Diverse le strutture ispezionate, sanzionate e sequestrate.

Tra queste figurano: un supermercato con annesso un deposito alimentare che, però, praticava anche vendita senza licenze.

Nella stessa ispezione sarebbero stati sequestrati 12 kg di latticini di indubbia provenienza e un bar, adesso sotto sequestro, a cui mancavano tutte le licenze per essere in attività.

Sulla terraferma, invece, nella città di Napoli i militari hanno ispezionato un ristorante di Bacoli, anch’esso sotto sequestro, perché durante i controlli sono state ritrovate blatte e piccioni all’interno dei locali deposito.

Marianna Di Donna

Commenti

commenti